Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo
Menu
Post Image

REWIND: Vittorie di misura dalle prime della classe nella quattordicesima giornata

Nella quattordicesima giornata sono 4 le vittorie registrate, tutte fuori casa: il Milan non trova resistenze a Genova mentre faticano Juventus, Fiorentina e Roma. Il Como invece strappa un punto all'Inter. 

Vediamo velocemente quanto successo in campo:

 

Sampdoria-Milan

Terza vittoria consecutiva per il Milan in campionato; a Bogliasco finisce 0-3.

Il Milan parte subito forte al '5 con Mesjasz che realizza su sviluppi da angolo di Mascarello. Continua l'offensiva rossonera con la polacca che lancia in profondità Lindsey Thomas, la quale al '12 colpisce la traversa. Al 28' Vigilucci gestiste la palla in area, carambola fino a Piemonte che di prima intenzione calcia. Sundsfjord di istinto mette in corner. Il secondo gol arriva al '34 con Bergamaschi che guadagna un calcio di rigore grazie ad un fallo di Panzeri. Dal dischetto si presenta Asllani che fredda l'estremo difensore.

Il secondo tempo è avido di emozioni, almeno fino al '78. Rincon ha una buona opportunità con una punizione dal limite. Il tiro è potente ma centrale e Giuliani può respingere in tranquillità.

Nel finale Bergamaschi fa il terzo gol, sfruttando il bel lancio di Mascarello.

WOTM: scelta difficile ma tra Mascarello, Mesjasz e Bergamaschi, scelgo la capitana rossonera per l'apporto dato all'incontro.

Sassuolo-Fiorentina 

Vittoria di misura della Fiorentina che torna al successo dopo il pesante ko di settimana scorsa contro la Roma. 

Le viola hanno il pallino del gioco per tutto il primo tempo, andando vicine alla rete in più occasioni: al 20' con Hammarlund che spreca una chance a tu per tu con Kresche, e poi al 25', con Boquete che da ottima posizione centra l'estremo difensore.

A segnare la rete che vale i tre punti, ci pensa Laura Agard che, direttamente da calcio di punizione non lascia scampo all'austriaca. È 1-0. Prima della fine del primo tempo è ancora Hammarlurd ad impegnare Kresche.

Il secondo tempo inizia secondo un altro canovaccio. Il Sassuolo per due volte fa tremare le ospiti; prima con Jane e successivamente con Clelland.

La Fiorentina cerca d'uscire da questa situazione e rischia anche il raddoppio al 57' col colpo di testa di Severini su cross di Tucceri Cimini. Nei minuti finali il Sassuolo tenta l'assalto senza successo.

WOTM: in questo caso il premio va a Laura Agard per il gol segnato. Menzione d'onore per Isabella Kresche che ha tenuto la sua squadra in partita grazie alle parate effettuate.

Pomigliano-Juventus
 

Successo di "corto muso" per la Juventus in Campania. A Pomigliano finisce 1-2.

Le bianconere partono aggressive, con due tiri pericolosissimi di Girelli nei primi minuti. In entrambe le occasioni Cetinja si fa trovare pronta.

Nonostante la buona fase bianconera, a segnare per prime sono le padrone di casa. Ferrario è brava a recuperare un pallone sulla trequarti dovuto ad un errore di Salvai e a depositare in rete, con un cucchiaio, il pallone.

Tuttavia, il vantaggio dura pochi minuti. Infatti, tre minuti più tardi Sofia Cantore si avventa su una respinta non perfetta della portiere serba e pareggia. È 1-1 alla mezz'ora.

Nella ripresa la Juve cerca di chiuderla il più velocemente possibile.

Al 56' Salvai e Lenzini tentano di sfruttare un corner ma vengono murata. Al 59' ecco il gol dei tre punti: Beerensteyn capitalizza il bel suggerimento di Grosso e completa la rimonta.

In pieno recupero la Juve rischia la beffa, come successo contro il Sassuolo. Per loro fortuna, Corelli colpisce il palo esterno.

WOTM: Scelta non troppo difficile questa, per me la protagonista è stata Julia Grosso, l'architetto della Juventus. 

Parma-Roma 

Tre punti anche per la Roma che sul campo del Parma fatica e non poco.

il Parma passa infatti subito in vantaggio approfittando di un errore difensivo di Wenninger. Martinovic è abile a recuperare il pallone e a depositarlo in rete per l'1-0. Tre giri di lancette dopo, arriva però il pareggio delle giallorosse. Il pallone viene allontanato da sviluppi da calcio d'angolo, per prima ci arriva Haavi che dalla distanza lo mette all'angolino basso.

Al 19' raddoppia la Roma: azione personale di Glionna che dall'out si accentra e tenta il tiro in porta, sul pallone si avventa Giacinti che di tacco devia in gol.

Un quarto d'ora più tardi Santoro si inventa un'azione bellissima: la 27 crociata fa partire un tiro potente che viene respinto corto; infatti, viene raccolto da Martinovic che lo restituisce a Santoro, stavolta il pallone va in rete. Tuttavia, per l'arbitro è fuorigioco.

Il pareggio però non tarda troppo ad arrivare e al 44' è Bardin a bucare la porta di Caesar chiudendo il primo tempo sul 2-2.

Nella ripresa i ritmi calano e anche il gioco ne risente. Al '74 la Roma si guadagna un rigore con Giacinti che s'avventa su un cross di Greggi e viene messa giù da Heroum. Dagli undici metri Andressa non sbaglia.

WOTM: Valentina Giacinti, un gol e un rigore procurato.

 Inter-Como

Nell'unico pareggio di giornata l'Inter viene fermata dal Como, squadra che si dimostra ancora una volta insidiosa per le big.

La partita si accende al 21′, quando le ospiti vanno in vantaggio. Kubassova, infatti, recupera palla a centrocampo, si invola verso la porta di Durante e serve in mezzo Pavan( di proprietà dell'Inter) che non lascia possibilità alcuna di intervenire alla 22 nerazzurra.

Il vantaggio del Como dura soltanto 2 minuti. Chawinga riceve palla da Karchouni, entra in area e serve Elisa Polli che addirittura d'esterno fa 1-1. Pochi secondi più tardi, l'Inter avrebbe anche l'occasione di raddoppiare, ma il tiro di Karchouni si spegne di poco alto sulla traversa.

Ad inizio secondo tempo il Como trova ancora il gol con Kubassova ma viene giudicata in posizione irregolare(probabilmente non era così). Per il resto, molte lotte in mezzo al campo ma niente di più. 

Best Goal 

La scelta ricade sulla punizione di Laura Agard contro il Sassuolo. Sul podio anche il pallonetto di Zhanna Ferrario contro la Juventus ed il gol di Bianca Bardin alla Roma.

Best Save

Il premio di oggi viene assegnato a Isabella Kresche, non tanto per qualche parata specifica ma per la prestazione contro la Fiorentina. Menzione speciale per l'intervento sulla linea di Joyce Borini contro l'Inter.

Dalla fondazione allo scudetto, ecco il libro "Sto...
La Coppa Italia Femminile: il rewind dei gironi
 

Commenti (0)

  • Non ci sono commenti. Inserisci un commento per primo.

Lascia un commento

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://mail.il-catenaccio.it/

Like what you see?

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...