Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo
Menu
Post Image

Manchester United Atalanta: Old Trafford teatro dei sogni per 45 minuti

Manchester United-Atalanta è la classica partita che 10 anni fa si sarebbe vista solo su un videogioco, un sogno praticamente. Ebbene ieri ad Old Trafford tutto ciò si è avverato. Non è certo la prima partita di alto livello che gioca la squadra di Gasperini, a Manchester, per esempio, aveva già giocato sponda city. Indimenticabile anche il quarto di finale con il PSG e l'ottavo di finale con il Real Madrid.

Ma questa volta era diverso. Sarà stata la grande cornice di pubblico presente ieri ma assente nelle sfide al Real e PSG causa COVID oppure sarà stato l'immenso blasone che i Red Devils hanno rispetto ai rivali cittadini. Sta di fatto che ieri era una di quelle notti europee che tanti sognano ma pochi riescono a realizzare. Il Man Utd ha raggiunto l'apice della sua gloriosa storia negli anni di Sir Alex Ferguson (1986-2013) ma con il suo addio è iniziato un lento declino, condito da spese folli e sbagliate, che ne hanno rallentato l'inevitabile risalita. Dopo un periodo buio lungo 6 stagioni lo United è riuscito negli ultimi 2 anni a ristabilirsi a buoni livelli e con il ritorno di Ronaldo i Red Devils hanno nuovamente un 11 titolare di alto livello. 

LEGGI ANCHE: LA STORIA DI MAKOTO HASEBE, IL LIBERO CHE LEGGE NIETZSCHE

Dunque per l'Atalanta non il miglior momento storico per affrontarli, ma nonostante ciò ieri, in uno stadio che traspirava anni di storia e grandi vittorie, ha giocato il suo calcio e alla sua maniera. Prima mezz'ora perfetta, è 0-2. Poi nel secondo tempo complice l'uscita di Demiral e di altri fattori, quali i divari tecnici e l'esperienza in Champions, il muro della Dea non ha retto più e Ronaldo al 81' minuto sigla il gol del definitivo sorpasso Manchester: 3-2, finisce così.

Non è andata bene vero, ma se gli artefici di questa ascesa bergamasca nel calcio europeo si fermassero un'istante a contemplare ciò che hanno raggiunto bisogna stare certi che un sorriso, aldilà del risultato, sia scappato.

Situazione di classifica che comunque non è compromessa in quanto in 3 punti ci sono tutte e 4 le squadre, saranno decisive la trasferta svizzera con lo Young Boys e le due partite casalinghe con Villareal e Manchester United.


LEGGI ANCHE: St. Louis 1904 - Corse pazze alle Olimpiadi

Inter-Juventus, un Derby d'Italia diverso
Makoto Hasebe, il libero dell'Eintracht Francofort...
 

Commenti (0)

  • Non ci sono commenti. Inserisci un commento per primo.

Lascia un commento

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://mail.il-catenaccio.it/

Like what you see?

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...