Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo
Menu
Post Image

Cosa è successo nella diciassettesima giornata di Serie A femminile?

Nel diciassettesimo turno di Serie A femminile, la Juve allunga in testa grazie al pari tra giallorosse e rossonere. Solo pari tra Empoli Ladies e Sassuolo. La Fiorentina spazza via l'Hellas e l'Inter vince una partita combattuta contro le doriane. Rinviata per Covid la partita tra Pomigliano e Lazio.

Napoli-Juventus Women 0-2

Juventus Women nel match contro il Napoli (Fonte: Juventus.com)

Nella prima partita di giornata le bianconere si impongono per 2-0 nella trasferta campana.

La prima occasione dell'incontro è delle azzurre, con il cross filtrante di Erzen che trova la testa di Mauri, la quale non riesce ad imprimere la giusta potenza per rendersi pericolosa.

Al 25° è la Juve a trovare la via della rete. Dopo una serie di passaggi nello stretto, Girelli innesca il tandem svedese Nilden-Hurtig con la 17 che è lesta a ribadire in porta.

Juve più incisiva in questo momento: nel giro di 5 minuti è il portiere partenopeo Baldi, a rendersi protagonista con due buone parate. Prima su Caruso che al trentacinquesimo cerca di sorprenderla calciando sul primo palo; successivamente è Boattin ad impegnarla con un missile terra-aria dal limite dell'area, che viene neutralizzato con un ottimo intervento.

Il Napoli tenta di riportare in parità l'incontro al primo minuto della seconda frazione di gioco, ma il tentativo di Toniolo è debole per la 16 bianconera, ben protetta dalla difesa.

Al 51° è Girelli a sprecare sottoporta calciando alto, dopo il buon lavoro svolto dalle colleghe di reparto. La Juve insiste nel cercare il raddoppio: al quarto d'ora la canadese Julia Grosso, arrivata a Torino nella sessione invernale del mercato, lascia partire il tiro dai 20 metri senza impensierire particolarmente le partenopee.

L'agognato raddoppio si concretizza al 70° con la triangolazione veloce tra Pedersen, Girelli che mette un cross basso in area, e Arianna Caruso, che ringrazia per la palla e insacca.

L'ultima parte della gara è un discorso a senso unico con le ospiti più volte vicine al tris:

Grosso di testa manda di poco alto dopo essere stata brava a trovarsi nel punto giusto al momento opportuno; due minuti più tardi Zamanian trova soltanto l'esterno della rete nell'azione del contropiede condotto da Bonfantini; infine Rosucci impegna ancora una volta l'estremo difensore delle padrone di casa.

La Juve torna a +5 sulla Roma, che pareggia nel big match contro il Milan. Vittoria importante anche per il morale, vista la settimana di fuoco condita dalle sfide contro il Lione in Champions e contro l'Inter in campionato.Il Napoli invece continua a galleggiare in zona retrocessione.

Roma-Milan Women 1-1

Giallorosse e rossonere che si salutano a fine partita (Fonte: SempreMilan)

Come anticipato, finisce col segno X l'altro big match di giornata.

Occasione interessante per il Milan al 12° del primo tempo. Sugli sviluppi di un corner battuto da Linda Tucceri Cimini, Thomas prova a portare in vantaggio la propria squadra. Ceasar dice di no.

Dieci minuti più tardi è la Roma ad avere una doppia occasione di portarsi in vantaggio. Serturini serve Lazaro, la quale riesce a scartare il portiere ma il tiro è un po' largo.  Su quel pallone si avventa Glionna che centra in pieno il palo. Nei minuti successivi, le giallorosse hanno ancora un paio di chance ma non concretizzano.

Il gol del momentaneo vantaggio rossonero arriva alla mezz'ora con Thomas, brava ad imbucare di testa sul solito schema da calcio d'angolo.

Ad inizio secondo tempo, la Roma colpisce un altro palo, ancora con Glionna. La numero 18 giallorossa da calcio di punizione si vede negare, nuovamente, la gioia del gol per millimetri.

Il pareggio è merito della brasiliana Andressa. Da fuori area trova con estrema precisone l'angolino basso mettendo fuori causa ogni possibile intervento di Giuliani. Bel gol il suo. 

Negli ultimi tre minuti entrambe le squadre hanno la possibilità di portarsi in vantaggio. Protagoniste fondamentali sono i due portieri: Giuliani devia in calcio d'angolo il tiro centrale ma molto potente di Soffia, mentre nemmeno un minuto dopo Ceasar blocca sulla linea la conclusione della 19 rossonera, che era stata servita dopo un'ottima volata sulla fascia da Bergamaschi.

Risultato che lascia l'amaro in bocca alle giallorosse - che perdono terreno dalla testa della classifica - fortunate, tuttavia, a non essere raggiunte dal Sassuolo. La settimana prossima va in scena lo scontro ad alta quota proprio con le neroverdi. Il Milan, intanto, resta al quarto posto in vista dell'incontro con la Fiorentina che segnerà diversi ritorni illustri a Milano.

Empoli-Sassuolo femminile 1-1

Pondini affronta un'avversaria toscana (Fonte: Calcio femminile italiano)

Pareggio col brivido per le neroverdi, in Toscana, contro l'Empoli Ladies.

Primo tempo dalle poche emozioni. Da segnalare soltanto due occasioni, entrambe del Sassuolo, nella parte finale della prima frazione di gioco. La conclusione di Clelland al termine di una serie di passaggi alti e di Cambiaghi dopo una bella percussione di Filangeri.

Al 51° tripla occasione per le emiliane. Dubcova da fuori area sfiora la traversa, pochi secondi più tardi è un gran intervento di Capelletti a negare il gol alla centroavanti scozzese neroverde ed infine è la traversa a fermare la numero 10. 

La partita si sblocca al 71° con il gol di Dompig che, come un avvoltoio, approfitta del pasticcio difensivo avversario anche dovuto al pressing di Bragonzi.

All'83° sembra essere calato il sipario sulla partita, con l'espulsione per doppia ammonizione di Dongus. Fallo dovuto sicuramente al nervosismo e alla frustrazione del momento. Il Sassuolo resta in dieci, a sette minuti dalla fine. Nel momento più buio, però, capitan Parisi fa 1-1 con un capolavoro al volo da fuori area.

L'Empoli ancora una volta si dimostra un avversario tosto, difficile da superare (anche per le big). Il Sassuolo invece avrà l'ultima occasione d'oro per tornare al secondo posto nello scontro diretto a Roma.

Fiorentina-Hellas Verona femminile 6-0

Duello di gioco tra viola e gialloblù (Fonte: Veronasera)

Punteggio tennistico per le viola contro le ultime della classe.

La prima occasione è delle gialloblù con Pasini che fa tutto bene ma sbaglia la conclusione. Palla sul fondo. La Fiorentina prova subito ad andare in vantaggio, ma il tentativo di Giacinti si infrange sul palo.

Il primo gol dell'incontro lo segna Sabatino, brava ad arrivare prima delle altre, in tuffo, sul pallone messo da Braitner.

Nel secondo tempo si scatena la valanga viola con due gol in due minuti. Protagonista principale è Lundin con un assist su Boquete al 51°, ed un gol di testa poco più tardi.

Gli altri tre gol sono compresi tra il minuto 70 e il minuto 79: Mascarello è la prima, con un gioiello che scavalca il portiere. Conclusione "da ferma", dalla trequarti. Poi è il turno di Catena, che da rapace d'area di rigore, si fionda su un pallone vagante e lo trasforma; Lundin, invece, realizza la doppietta personale  grazie ad un bel pallone di Mascarello.

C'è tempo anche per la traversa piena colpita da Catena(vicina alla doppietta).

Settimana prossima, partita thriller a Milano con il ritorno nel capoluogo lombardo dell'ex capitano rossonero Giacinti e di Boteque, stavolta da avversarie.

Inter-Sampdoria Women 4-3

Uno dei duelli sulla fascia tra nerazzurre e doriane (Fonte: UC Sampdoria)

Vittoria rocambolesca in casa, contro la Sampdoria, per l'Inter.

Iniziano subito bene le nerazzurre, con il gol di Csizar al 5° minuto. Il raddoppio arriva al minuto 27 con una bella azione sviluppatasi dalla triangolazione tra Simonetti e Marinelli, con quest'ultima che trova il gol con un colpo chirurgico all'angolino basso.

La Samp accorcia al 37° con Fallico, la quale - nella mischia creatasi nell'area avversaria - è brava a concludere in porta con successo.

Prima del termine del primo tempo c'è tempo anche per il gol di Karchouni. La francese è brava a mettere a terra il pallone e trovare l'angolo più lontano. Bella esecuzione e gol meritato.

Nel secondo tempo partono meglio le genovesi: con un bel pallonetto di Rincon accorciano le distanze al quinto della ripresa.

Tre minuti più tardi arriva il pareggio di Martinez. La subentrata è brava a sfruttare la sponda di testa offerta da Spinelli, e a fulminare la difesa nerazzurra (non esente da colpe).

Il gol che vale la vittoria e i tre punti è di Marinelli, che fa 4-3 al 63°. Simonetti con una grande apertura serve Landstrom: cross di prima intenzione, palla in area dove ad impattare il pallone prima di tutti arriva proprio la 7 neroazzurra (che dopo un lungo digiuno torna al gol nel migliore dei modi).

Domenica prossima l'Inter sarà impegnata a Torino nel derby d'Italia mentre la Sampdoria ospiterà il Napoli.

Pomigliano-Lazio femminile 

L'incontro è stato rinviato a data da destinarsi a causa del focolaio di Covid che sta colpendo la squadra campana.

Lascia il calcio per arruolarsi in Ucraina: la sto...
Juve: Rudiger e Jorginho per la rifondazione estiv...
 

Commenti (0)

  • Non ci sono commenti. Inserisci un commento per primo.

Lascia un commento

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://mail.il-catenaccio.it/

Like what you see?

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...