Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo
Menu
Post Image

Come sono andate le Semifinali di andata, della Coppa Italia femminile?

Le gare di andata delle Semifinali di Coppa Italia femminile si sono giocate sabato e domenica scorsa. Fissati per fine aprile, i match di ritorno. Vediamo, intanto, cosa è successo tra Milan e Juventus, e tra Roma ed Empoli

Milan - Juventus Women 1-6

L'esultanza della campionessa bianconera Cristiana Girelli (Fonte: Donne sul Web)

Punteggio tennistico per la Juventus contro le rossonere.

La partita si sblocca al nono minuto con il gol di Girelli che - scaltra - si libera abilmente dalla marcatura e insacca sugli sviluppi da angolo.

Il Milan tenta di ristabilire l'equilibrio: ad averne l'occasione è Thomas ma la 16 bianconera, sua connazionale, mura il tiro.

Il raddoppio arriva alla mezz'ora del primo tempo con Nilden. Dopo una serie di passaggi nello stretto Pedersen serve la svedese che da fuori area non lascia scampo a Giuliani.

Al quarto d'oro della ripresa la 10 bianconera cala la doppietta personale. Bonansea fa 40 metri palla al piede prima di servire una liberissima Girelli; il tiro a giro scavalca di nuovo Giuliani.

Al 72° è il Milan, con un assetto molto offensivo, a sfiorare il gol con Adami ma Boattin salva sulla linea un gol praticamente fatto.

Sul finire della gara le campionesse d'Italia dilagano con 3 gol in sei minuti. Protagonista principale è Bonfantini: prima mette in area il pallone che, dopo una parata, finisce sui piedi di Rosucci, che butta dentro il 4-0; quattro minuti più tardi la 22 innescata da un bel pallone di Caruso, porta a spasso l'intero reparto difensivo delle padrone di casa e segna a porta sguarnita. Due minuti più tardi, con un'azione molto simile a quella del gol precedente, prova il tiro e con un po' di fortuna realizza anche lei una doppietta.

In piena zona Cesarini, arriva il gol-bandiera di Thomas, che praticamente da dentro la porta riesce a segnare anche grazie ad una disattenzione difensiva comprensibile data la stanchezza delle bianconere. 

La Juve ipoteca un posto in finale. Le milanesi sono invece chiamate all'impresa di rimontare i 5 gol fuori casa.

...

Tre cose belle da Juventus Women - Roma Femminile - Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo

16 tiri totali contro 7, 4 diretti allo specchio della porta contro appena 1, 481 passaggi, con l'82% di precisione, contro i 388 e una percentuale di accuratezza del 72%. Sono questi i numeri della partita tra Juventus Women e Roma Femminile, terminata sull'1 a 1. Numeri che evidenziano la superiorità delle giallorosse, o per lo meno la migliore qualità di gioco espressa in campo.

Empoli - Roma Femminile 0-1

L'esultanza di Giugliano dopo la magnifica punizione del vantaggio (Fonte: Donne sul Web)

Le giallorosse superano di misura l'Empoli a Petroio.

Subito pericolose le ospiti con il palo colpito da Glionna al terzo minuto e poi con Haavi che calcia alto da buona posizione. Due minuti più tardi, Pirone sugli sviluppi di un calcio d'angolo manda fuori di testa.

Alla mezz'ora, Giugliano fornisce un ottimo pallone sul filo del fuorigioco a Serturini - da poco entrata per sostituire la centrocampista norvegese - ma un'attenta Capelletti blocca in tuffo.

Prima del termine della prima frazione di gioco, con una giocata a memoria di Bernauer verso Glionna, la Roma si rende ancora una volta pericolosa nell'area avversaria con due tiri consecutivi. Il risultato rimane però inchiodato sul pari.

Il gol che risolve la partita passa dai piedi di Manuela Giugliano: la 10 giallorossa direttamente da punizione, nonostante la posizione defilata, insacca in rete con una conclusione da cineteca. Tre minuti più tardi, sempre Giugliano con una punizione dal limite, sfiora di pochissimo la doppietta.

A 5' dalla fine, l'Empoli sfiora il pareggio. Tamborini di testa vede negarsi il gol da una prodigiosa Lind, che riesce a mantenere la propria squadra in vantaggio. La conclusione era arrivata in seguito ad un doppio cross di Dompig.

Termina  con una vittoria per la Roma il primo round di questa doppia sfida, valida per l'accesso alla finale.

Non è da sottovalutare la squadra toscana che più volte quest'anno si è dimostrata una squadra ostica da battere, compiendo anche imprese degne di essere ricordate (come la vittoria contro la Juve).

Il ritorno delle due sfide sarà disputato il 30 aprile alle ore 15, in contemporanea.

Juventus-Milan (Juventus Training Center di Vinovo)

Roma-Empoli (Stadio Tre Fontane di Roma)

Chi è Anthony Partipilo?
Alexander Blessin: il Mister X del Genoa
 

Commenti (0)

  • Non ci sono commenti. Inserisci un commento per primo.

Lascia un commento

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://mail.il-catenaccio.it/

Like what you see?

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...