Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo
Menu
Post Image

La strana parabola di Alessio Riccardi

Da nazionale a esubero, la parabola assurda di Alessio Riccardi, che per molti era l'erede di Totti

Morgan De Sanctis è seduto dietro al tavolo della conferenza stampa. La Roma presenta i due ultimi acquisti: Davide Zappacosta e Mert Cetin. Agosto è agli sgoccioli, la difesa giallorossa è da sistemare. Nel mirino c'è Rugani, riserva finita ai margini della Juventus, e la Roma è disposta a mettere sul piatto Zan Celar e Alessio Riccardi. "A breve ne parlerà Petrachi" risponderà sbrigativo l'ex portiere. 

Un affare che, in totale, avrebbe spostato 40 milioni di euro. Ossigeno per le casse romaniste e juventine.
Alessio Riccardi con la maglia giallorossa. Fonte: As Roma

Riccardi, il nuovo Pjanic

Fuori però, sui social e a Trigoria, impazza la polemica. Alessio Riccardi, classe 2001, è il fiore all'occhiello della Roma Primavera. Ha chiuso la stagione con 31 presenze tra Campionato e Youth League, arricchite di 9 reti e 10 assist. "E' il nostro futuro, giù le mani dall'erede di Totti" è la leitmotiv dei commenti, dei messaggi, delle opinioni.

Gol e assist, fascia da capitano al braccio, visione di gioco e leadership innata. Alessio Riccardi era sulla cresta dell'onda. Una stagione entusiasmante, che era seguita ad un'altra, quella 2017/18, ancora più positiva: colonna dello scacchiere di Alberto De Rossi, titolare inamovibile, fulcro del gioco. Per questo ad aprile 2019 Roberto Mancini lo chiama per uno stage con la nazionale maggiore, a Coverciano. "Alessio ha grande tecnica, anche se è ancora molto giovane e dobbiamo capire di preciso quale ruolo è più adatto a lui". Il ruolo, di Riccardi, è quello della fantasia: mezzala ma anche regista, grande dribbling, capacità di dettare i tempi. Un piccolo Pjanic, secondo alcuni, un nuovo Totti, per molti altri.

...

La storia di Giorgio Carpi, il "signorino" che rifiutò lo stipendio della Roma - Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo

Riserva, titolare, gregario poi dirigente, segretario, allenatore addirittura traduttore. Giorgio Carpi, per la "sua" Roma, avrebbe fatto di tutto. 

Alessio Riccardi con la maglia della nazionale italiana. Fonte: Goal.com


Dal Pescara al ritorno alla Roma 

Così arriva il rinnovo di contratto fino al 2023, lo stipendio adeguato, le 13 panchine con Di Francesco in campionato, un paio con Fonseca tra Europa League e Serie A, di nuovo una stagione da protagonista in Primavera, con 23 presenze, 13 reti e 6 assist nella stagione 2019/2020. Quella prima del salto, del prestito per farsi le ossa, per l'esperienza. Lo vuole il Pescara, nell'estate 2020, e Alessio Riccardi scende di categoria. Sembra la piazza perfetta per far vedere il proprio talento. Invece con gli abruzzesi Alessio Riccardi mette insieme solo 211 minuti, divisi in 8 presenze in campionato e 1 in Coppa Italia. Solo per 2 volte titolare.

Così ritorna a Roma, senza esperienza e con meno fascino. Torna a Trigoria da esubero. Un esubero ingombrante, visto lo stipendio che ha appena firmato, da 500 mila euro l'anno. Alcune squadre si avvicinano, ma poi scappano via. Così Alessio Riccardi torna a giocare con la Primavera. E per qualche giornata torna anche a splendere: viene convocato e mandato in campo per tre parte, arrivano tre vittorie, un assist e due gol, di cui uno decisivo contro l'Inter. Ma era un momento, Riccardi finisce di nuovo ai margini e a gennaio arriva la rottura. 

Secondo Il Tempo la Roma aveva trovato l'accordo con la Spal, che sarebbe stata pronta ad accoglierlo. Sembrava fatta, poi la retromarcia del classe 2001, che ha fatto saltare tutto. Separato in casa, un peso per il bilancio, il contratto che scadrà nel 2023. C'è anche lui tra gli esuberi Coric, Bianda, Bouah, Diawara che Tiago Pinto sta provando a piazzare. E stavolta, di sicuro, non ci sarà nessuno ad opporsi.

Intervista Francisco Lima: "Devo tutto a Capello. ...
La storia di Giorgio Carpi, il "signorino" che rif...
 

Commenti (0)

  • Non ci sono commenti. Inserisci un commento per primo.

Lascia un commento

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://mail.il-catenaccio.it/

Like what you see?

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...