Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo
Menu
Post Image

As Roma e Juventus Women in finale di Coppa Italia Femminile

Ancora una finale per l'AS Roma. Le giallorosse difenderanno il titolo contro le bianconere, carnefici del Milan finalista della scorsa edizione. La Roma prova a coronare l'ottima stagione con un titolo, la Juve ad aggiudicarsi il secondo trofeo stagionale, visto che sta per cucirsi sul petto lo scudetto. Appuntamento a Ferrara per la finale!

AS Roma-Empoli Ladies 2-0

Le giallorosse battono 2-0 l'Empoli, in una partita a senso unico, ed accedono alla finale di Coppa Italia 2021/2022.

Partono subito forte le giallorosse, manovrando costantemente nella metà campo delle toscane. Il gol del vantaggio arriva al 24° minuto con Soffia. La 4 romanista, con un movimento intelligente, riesce a inserirsi con i tempi giusti in area e coglie il pallone di Andressa: palla in rete. Non può niente la numero uno azzurra Capelletti, capace di risolvere fino a quel momento più di un possibile pericolo.

Dopo il vantaggio, la Roma tenta di chiudere la pratica qualificazione cercando il raddoppio. Nei due minuti successivi è merito dell'estremo difensore empolese se la partita rimane aperta. Al 27° Cappelletti nega ben due volte la gioia del gol alle padrone di casa: prima a Paloma Lazaro, in un clamoroso tu per tu; poi a Greggi proprio sulla respinta del tiro della spagnola, con il pallone che carambola in corner. La 1 toscana con una parata plastica sventa anche il tentativo di Lucia Di GuglielmoNel pieno del recupero, poi, ancora un'occasione per la Roma con Lazaro.

Il secondo tempo segue il canovaccio dei precedenti 45 minuti. La prima a rendersi pericolosa delle padrone di casa è la 10 Giuliano, con un bel tiro al volo che finisce in corner. Al 65°, errore nella costruzione dal basso delle avversarie: si spalanca il campo davanti a Haug che però colpisce in pieno il palo.

Il raddoppio arriva a dieci minuti dalla fine con il gol di testa di Bartoli. La capitana si divincola bene dalla marcatura avversaria, riuscendo a trovare il gol sul primo palo. Da segnalare anche il secondo assist di Andressa.

La Roma conquista così la sua seconda finale consecutiva, nella speranza di bissare anche l'esito della scorsa edizione, culminata nella vittoria ai danni del Milan Women.

Juventus Women-Milan Women 5-3

Partita spettacolare in quel di Vinovo, con la Juve che riesce a rimontare per ben due volte le rossonere, vincendo 5-3.

È il Milan a dettare il gioco e a mostrare un atteggiamento più aggressivo: lo scopo è quello di rimontare l'1-6 subito nel match d'andata. Gli sforzi sono premiati: le rossonere trovano il gol del momentaneo vantaggio al 9° minuto con Lindsey Thomas che, partendo sul filo del fuorigioco, raccoglie il precisissimo lancio di oltre 50 metri di Adami e, con un pallonetto, mette alle spalle di Aprile.

Due minuti dopo si affaccia alla partita anche la Juve: cross di Nilden per Staskova ma l'attaccante ceca non riesce a capitalizzare, chiusa da tre avversarie.

Il primo tempo termina senza nessun'altra importante occasione. Il secondo tempo, invece, si mostra fin da subito ricco di sussulti ed emozioni. Passano appena quattro minuti e il Milan raddoppia: questa volta il merito è di Bergamaschi, brava a sfruttare la disattenzione in fase difensiva della compagine bianconera.

Al 51°, però, le ragazze di Montemurro reagiscono accorciando le distanze. Un potente tiro di Caruso viene intercettato da Babb, che tuttavia non riesce ad allontanare il pericolo, spalancando la porta alla 9 bianconera Staskova.

Dopo 6 minuti è il Milan ad approfittare di una situazione simile: il capitano rossonero riceve palla da Piemonte e realizza una doppietta.

Alla metà della frazione di gioco, sugli sviluppi di una punizione nella trequarti avversaria, la Juventus torna in partita per la seconda volta. Anche in questo caso si tratta di una doppietta, ma firmata Andrea Staskova, al terzo gol in due partite.

Il gol del pareggio è una magia di Barbara Bonansea. La numero 11 tenta dapprima il corridoio verso Caruso; l'attaccante romana, vedendosi sbarrata, restituisce la palla a Bonansea che - come il mago estrae il coniglio dal cilindro - di prima intenzione trova da fuori area il sette della porta, senza nemmeno guardare.

L'occasione per la Juve di trovarsi a condurre la partita si manifesta con il rigore procurato da Agnese Bonfantini. La 22 bianconera viene atterrata in area di rigore da Tucceri Cimini, espulsa essendo la giocatrice più arretrata delle rossonere. Dal dischetto si presenta Arianna Caruso che spiazza il portiere olandese.

Prima del fischio finale anche Boattin riesce ad entrare tra le marcatrici sfruttando il tap-in sulla respinta del tiro di Arcangeli, alla prima apparizione tra le grandi.

Finisce con un complessivo netto, di 11-4 in favore delle piemontesi, il doppio confronto tra le bianconere e le rossonere. Dopo la finale dello scorso anno, il Milan abbandona la Coppa Italia in semifinale.

La finale sarà Roma-Juventus

La finale di Coppa Italia si terrà domenica 22 maggio allo stadio Mazza di Ferrara alle ore 14:15. Si sfideranno Roma e Juventus, con le piemontesi in cerca di riscatto dopo la sconfitta in semifinale dello scorso anno ad opere delle giallorosse. La Roma, invece, vuole riconfermarsi campionessa e portare a casa un trofeo, dopo che lo scudetto è quasi scivolato via.

Gioca la Roma, come facciamo?
Quel giorno a Cagliari, quando se ne andò Giuliano...
 

Commenti (0)

  • Non ci sono commenti. Inserisci un commento per primo.

Lascia un commento

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://mail.il-catenaccio.it/

Like what you see?

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...