Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo
Menu
Post Image

3 cose belle da Roma Femminile - Empoli Ladies

Un Tre Fontane baciato dal sole e gonfio di passione saluta la prima partita interna, e la prima vittoria, del 2022 della Roma Femminile. Battuta l'Empoli Ladies in rimonta per 2 a 1, in una prestazione di carattere e di orgoglio che permette alla squadra di confermare il secondo posto in classifica dietro la Juventus Women. Una formazione che ha dovuto far fronte a diverse assenze quella di Mister Alessandro Spugna, costretto anche lui a dare forfait a causa del Covid 19. In panchina, quindi, il suo vice Leonardo Montesano che manda in campo Lind in porta, difesa a tre con Pettenuzzo, Linari e Di Guglielmo, centrocampo in mano a Greggi, De Moraes e Giugliano al centro mentre sulle fasce ci sono Haavi e Serturini, tandem d'attacco composto da Corelli e Lazaro.

La partita inizia con una Roma arrembante, offensiva e sicura, ma che non riesce a sfondare. Ci prova la numero 10 su punizione, con Ciccioli dell'Empoli che manda in corner. Proprio un paio di minuti più tardi, al primo tiro in porta, le toscane trovano il vantaggio: la firma è di Chanté Dompig, lanciata sul filo del fuorigioco, che insacca senza problemi. Il secondo tempo inizia con una Roma più decisa, Montesano inverte Haavi e Serturini sulle fasce e mette dentro Ciccotti per una spenta De Moraes. La numero 16 sarà costretta più tardi a lasciare il campo, in barella. Al suo posto la primavera Mina Bergersen che all'85' trova il gol del pareggio: cross basso di Haavi dalla sinistra al cuore dell'area dove c'è la norvegese, classe 2003, che decide di festeggiare così l'esordio in prima squadra. E' 1 a 1 ma non basta, la Roma non può accontentarsi: prima De Rita salva sulla riga un colpo di testa di Lazaro, su corner di Giugliano, poi sempre l'attaccante spagnola conquista il rigore della vittoria. Sul pallone Elena Linari, che non sbaglia.
E' 2 a 1, è vittoria. Una vittoria importantissima, in una partita giocata in maniera intelligente e decisa, che lascia ben sperare sul prosieguo del campionato. Come dimostrano queste tre cose che abbiamo scelto per raccontarla.


LEGGI ANCHE: INTERVISTA A SIMONE LORIA: "LA CHAMPIONS CON LA ROMA UN SOGNO"

1. La presenza della dirigenza

Al Tre Fontane ci sono due tribune: una per i tifosi, l'altra per la stampa e i tesserati. Nella prima almeno duecento tifosi giallorossi e una decina di empolitani (da segnalare lo striscione "In botta per Isotta", dedicato a Isotta Nocchi, in panchina). Nell'altra, invece, erano presenti anche il General Manager della Roma, Thiago Pinto, e il figlio di Dan, Ryan Friedkin. Una presenza che non può passare inosservata e non solo perché in tempo di calciomercato fa notizia. La loro presenza è infatti un segnale di vicinanza e di sostegno al progetto della Roma Femminile, una squadra che sul modello proprio del calcio statunitense sta crescendo ogni anno di più.


2. Il carattere delle giallorosse

Chi è abituato a vedere la Roma è abituato anche a momenti di isteria, di smarrimento, di scarsa lucidità. La Roma femminile, oggi, ha fatto vedere altro: sotto di un gol, a cinque minuti dal termine, ha mantenuto la calma e la concentrazione, consapevole della sua forza, della sua tecnica. La palla passava tra i piedi di Giugliano, di Greggi, di Linari con pazienza, con precisione, per poi cercare lo spunto con Haavi, con Serturini, con Corelli. Cercava il pareggio e poi la vittoria con dedizione, nonostante almeno tre sospetti calci di rigore non fischiati, nonostante il tempo che passava, nonostante la consapevolezza di essere in emergenza. Cercava la vittoria e l'ha trovata. E questo non può che essere un segnale di grande crescita.


3. La dedica al dottor Gervasi
Dopo il triplice fischio, per festeggiare i tre punti, le ragazze della Roma Femminile hanno tirato fuori una maglietta con il nome "Salvatore". La dedica è a Salvatore Gervasi, medico della squadra, scomparso all'età di 35 anni lo scorso dicembre. "Sempre con noi", dice Elena Linari mentre bacia la maglia. La stessa maglia che amava anche Salvatore.

La Roma Femminile dedica la vittoria a Salvatore Gervasi. Fonte: profilo Twitter AS Roma Femminile

L'attesa di Elena Linari
Intervista a Simone Loria: "La Champions con la Ro...
 

Commenti (0)

  • Non ci sono commenti. Inserisci un commento per primo.

Lascia un commento

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://mail.il-catenaccio.it/

Like what you see?

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...