Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo
Menu
Post Image

Arek Malang, appello alla solidarietà dei tifosi e degli ultras di tutto il mondo

E' passato quasi un anno dalla tragedia allo stadio Kanjuruhan, in cui persero la vita 135 persone. Ecco il comunicato degli Arek Malang, con un appello alla solidarietà per tutti i gruppi di tifosi. 

Siamo gli Arek Malang, un gruppo di tifosi indonesiani che in precedenza sostenevano l'Arema FC. Dopo la tragedia allo stadio Kanjuruhan, avvenuta l'1 ottobre 2022 e l'atteggiamento della dirigenza dell'Arema FC nei confronti delle vittime e dell'intera tifoseria, abbiamo smesso di sostenere la nostra squadra di calcio. Non facciamo più parte dell'Aremania (il gruppo di tifosi più vecchio), ma abbiamo creato Arek Malang in seguito alla nostra manifestazione del 29 gennaio 2023 davanti alla sede della nostra squadra.

Il 1 ottobre 2022, l'Arema FC giocava contro Persebaya Surabaya in un derby terminato 3-2 a favore degli ospiti. Alcune centinaia di membri dell'Aremania hanno poi invaso il campo per spronare i giocatori dopo la sconfitta, ma la polizia ha picchiato tutti. Poco dopo è scoppiata una rivolta e la polizia ha sparato decine di lacrimogeni sugli spalti ancora pieni di spettatori. Tra loro c'erano bambini, anziani e donne. I cancelli dello stadio erano ancora chiusi. I tifosi che cercavano di uscire sono morti soffocati nella calca verso le uscite sbarrate, per il panico generato dai gas lacrimogeni. Il bilancio finale della tragedia ammonta a 135 vittime.

Il prossimo 1 ottobre 2023 segnerà il primo anniversario della morte di questi 135 nostri fratelli e sorelle. Questa commemorazione è un momento importante per le famiglie delle vittime e per noi. Perché fino ad oggi non c'è stato un processo equo in seguito alla tragedia avvenuta allo stadio Kanjuruhan. Gli alti funzionari di polizia che hanno dato l'ordine di sparare gas lacrimogeni rimangono liberi. I dirigenti della Lega Calcio e della federazione calcistica non sono mai stati arrestati né processati. Lo Stato che ha lasciato che tutto ciò accadesse, non si è preoccupato della sorte delle vittime e nemmeno dello loro famiglie o dei reduci. La FIFA, in quanto governo mondiale del calcio, non ha mai sanzionato o punito la federazione calcistica o il nostro Paese.

Chiediamo solidarietà agli ultras e ai tifosi di tutto il mondo. Un anno dopo, i responsabili di questa tragedia sono ancora liberi, per questo vi chiediamo di aiutarci a diffondere l'informazione all'opinione pubblica e ai media di tutto il mondo. Invitiamo i gruppi ultras a srotolare striscioni con lo slogan Giustizia per le 135 vittime di Kanjuruhan (in italiano) o Justice for the 135 victims of Kanjuhuran (in inglese) il 1° ottobre 2023 o nei giorni precedenti questo triste anniversario. E infine invitiamo anche i tifosi e gli ultras a manifestare solidarietà con le famiglie delle vittime che continuano a lottare per la giustizia. La violenza della polizia contro i tifosi di calcio deve finire.

Malang, 1 settembre 2023.

Se desiderate avere maggiori informazioni, contattateci (in inglese): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica e diffondi l'appello in

ITALIANO

ENGLISH

FRANÇAIS

ESPAÑOL

DEUTSCH

Per l'Italia inizia una nuova era, quella di Spall...
Maurizio Castelli, dall'incidente alla protesi: "O...
 

Commenti (0)

  • Non ci sono commenti. Inserisci un commento per primo.

Lascia un commento

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://mail.il-catenaccio.it/

Like what you see?

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...