Il Catenaccio - Web Magazine Sportivo
Menu
Post Image

Vuelta parte 3, il resoconto della terza e ultima settimana

Il riassunto dalla sedicesima alla ventunesima tappa dell'ultimo grande giro della stagione ciclistica 2022.

 Vedere la bandiera belga sul gradino più alto del podio di un GT assume i contorni di una chimera.

Un'utopia che sembra poter essere realizzabile solo ed esclusivamente nei confini della fantasia umana.
L'ultimo trionfo della suddetta nazione in tal contesto risale proprio al Giro d'Italia del lontanissimo 1978, in occasione del successo rosa di Johan de Muyinck.
Dopodiché, una lunga striscia di successi nelle classiche e nei Mondiali.
Da De Vlaeminck a Museeuw, da Boonen e Gilbert a Van Aert.
A tutto ciò si contrappone il già citato digiuno, lunghissimo, nelle grandi corse a tappe.
Poi arriva lui, che dimostra di che pasta è fatto sin dagli albori della sua ancora giovanissima carriera.
Fortissimo a cronometro, costante in salita, scatto esplosivo e grande carisma.
Un mix di qualità che forniscono la personalità di un fenomeno, di un predestinato.
È proprio il ragazzo classe 2000 proveniente da Schepdaal che dopo 44 anni spezza l'incantesimo che aleggiava costante come un'ombra sul suo glorioso Paese.

Remco Evenepoel vince la 77esima edizione della Vuelta a Espana. 

Le Tappe 

La terza ed ultima settimana della Vuelta 2022 si apre con la sedicesima tappa, da Sanlacar de Barrameda a Tomares dopo 189 km. Tappa piatta caratterizzata da un finale molto tortuoso con piccolo strappetto sul quale attacca Primoz Roglic che porta via un gruppetto. Volata ristretta in cui trionfa la maglia verde Mads Pedersen, ma lo sloveno della Jumbo-Visma cade rovinosamente a terra durante lo sprint. Il tricampione in carica della corsa roja taglia il traguardo ma deve poi ritirarsi la mattina dopo a causa delle escoriazioni e delle contusioni riportate.

La diciassettesima frazione parte da Aracena e si conclude in cima alla non durissima ascesa al Monastero de Tentudia dopo 162,3 km. Sono i fuggitivi a giocarsi la vittoria con Rigoberto Uran che regola i compagni di avventura e conquista il successo. Dietro per quel che concerne i big Almeida guadagna una decina di secondi sugli altri big.
La diciottesima tappa è la Trujillo-Alto del Piornal di 192 km. L'ultimo fuggitivo, Robert Gesink, viene ripreso nel corso dell'ultimo chilometro dell'ascesa conclusiva, in cima alla quale trionfa Remco Evenepoel in maglia rossa, al secondo successo in questa Vuelta. Il leader della corsa precede Enric Mas e lo stesso Gesink di 2 secondi. Il belga guadagna 13 secondi su tutti gli altri uomini di classifica.

La diciannovesima frazione presenta partenza e arrivo a Talavera de La Reina, al termine di 138,8 km. La selezione del Puerto del Pielago porta un ridotto gruppo principale a giocarsi il successo di giornata. Tutto si risolve con una volata a ranghi ristretti, dalla quale scaturisce il terzo trionfo della Maglia Verde Mads Pedersen. 

La ventesima tappa, la Moralzalal-Puerto de Navacerrada di 176 km, rappresenta l'ultima occasione per i big di sovvertire l'ordine della generale. Successo parziale per Richard Carapaz che concretizza al meglio la fuga di giornata e firma il suo tris personale mettendo altresì in ghiaccio la maglia a pois di miglior scalatore. L'unico corridore di classifica ad andare in difficoltà è Carlos Rodriguez della Ineos, il quale cede il quinto ed il sesto posto a Joao Almeida e Thymen Arensman. Per il resto tutto invariato, nonostante un paio di attacchi di Mas e Lopez. Remco Evenepoel mette definitivamente in cassaforte la maglia rossa.

La ventunesima e ultima tappa, che funge da passerella finale per i big, parte da Las Rozas e si conclude come di consueto a Madrid, in Paisaje de La Luz dopo 96,7 km. Volatona finale e vittoria a sorpresa di Juan Sebastian Molano della UAE Emirates.

La classifica generale finale della Vuelta a Espana 2022

1. REMCO EVENEPOEL (QUICK-STEP ALPHA VINYL) 80H 26' 59"

2. ENRIC MAS (MOVISTAR) +2:02
3. JUAN AYUSO (UAE EMIRATES) +4:57
4. MIGUEL ANGEL LOPEZ (ASTANA QAZAQSTAN) +5:56
5. JOAO ALMEIDA (UAE EMIRATES) +7:24
6. THYMEN ARENSMAN (DSM) +7:45
7. CARLOS RODRIGUEZ (INEOS GRENADIERS) +7:57
8. BEN O'CONNOR (AG2R CITROEN) +10:30
9. RIGOBERTO URAN (EDUCATION-EASYPOST) +11:04
10. JAY HINDLEY (BORA-HANSGROHE) +12:01

Le Maglie della Vuelta 2022 

Maglia rossa (classifica generale): Remco Evenepoel (Quick-Step Alpha Vinyl)

Maglia verde (classifica a punti): Mads Pedersen (Trek-Segafredo)
Maglia bianca (classifica dei giovani): Remco Evenepoel (Quick-Step Alpha Vinyl)
Maglia a pois (classifica dei Gran Premi della Montagna): Richard Carapaz (Ineos Grenadiers)
Migliore squadra: UAE Emirates (Marc Soler, Pascal Ackermann, Ivo Alves Oliveira, Juan Ayuso, Joao Almeida, Brandon McNulty, Juan Sebastian Molano, Jan Polanc)

Re Remco si veste di rosso
Vuelta parte 2, il resoconto della seconda settima...
 

Commenti (0)

  • Non ci sono commenti. Inserisci un commento per primo.

Lascia un commento

Immagine Captcha

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://mail.il-catenaccio.it/

Like what you see?

Hit the buttons below to follow us, you won't regret it...